Spontini nella storia postale italiana

La popolaritÓ spontiniana ha avuto un andamento altalenante, in gran parte legata ai ciclici anniversari.
Queste scadenze, a partire da quella importantissima del 1874, hanno permesso di ridestare l'interesse nazionale ed internazionale per il Musicista.
La notorietÓ del nostro Concittadino Ŕ dovuta anche alla presenza del Musicista nella storia postale italiana.
GiÓ nel 1934 si erano svolti dei festeggiamenti per onorare gli uomini illustri delle Marche, tra i quali era compreso Gaspare Spontini ( gli Ŕ stato dedicato un folder nel 2001), ma il 21 Aprile 1937 Maiolati celebr˛ l'inaugurazione del nuovo Palazzo Comunale e della Sala Spontini.
Le manifestazioni si prolungarono fino al 25 Ottobre 1937 con la cerimonia per la presentazione del primo francobollo che riportava il ritratto di Gaspare Spontini:
 
Il francobollo era stato emesso in due valori, cent.10 e lire 1,75, all'interno di una serie denominata " Uomini illustri", riportando l'erronea iscrizione: " Centenario di Spontini ".
Accanto al maiolatese apparivano: Stradivari, Leopardi, Pergolesi e Giotto; una collocazione qualificata che riportava Spontini all'attenzione nazionale.
La seconda emissione di un francobollo con l'immagine di Spontini avvenne il 14 Novembre 1975, a conclusione dei festeggiamenti per il II░ Centenario della nascita di Gaspare Spontini.
Il francobollo spontiniano, emesso nel solo valore di lire 100, veniva presentato insieme a quelli che raffiguravano i musicisti Franco Alfano, Alessandro Scarlatti, Ferruccio Busoni, Antonio Vivaldi e Francesco Cilea.
Il centenario della morte di Giuseppe Verdi offre ora a Spontini una nuova qualificata presenza nella filatelia italiana.
Infatti il 27 Gennaio 2001, sono stati emessi quattro nuovi francobolli, appartenenti alla serie tematica " Il melodramma e il teatro lirici italiano ", dedicato ai musicisti: Vincenzo Bellini, Domenico Cimarossa, Gaspare Luigi Pacifico Spontini, Giuseppe Verdi.
I francobolli, raccolti nel foglietto, sono stampati dall'officina Carte Valori dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, in offset, su carta fluorescente.
Formato carta dei francobolli: mm 30 x 40; formato stampa dei francobolli: mm26 x 36; formato carta del foglietto: cm 8,7 x 18; colori: quadricromia; tiratura: duemilioni e cinquecentomila foglietti, composti ciascuno di quattro francobolli.
Il valore del foglietto Ŕ di lire 3200, lire 800 per ciascun soggetto.